Premetto che non ho una formazione accademica, ma atipica ed estranea alla logica progressista.

Dopo un periodo figurativo-geometrico i miei lavori maturano in una fase puramente astratta, vivace e dinamica, che attesta essenza compositiva e cromatica.

Tutto ciò attraverso un percorso graduale ma non sistematico e non privo di ritorni.

Le mie opere hanno seguito nel tempo vari cicli: dagli elementi naturali del paesaggio, ai riflessi, ai cavalli, ai corpi femminili, agli strumenti musicali, alle trottole, ai presepi. Di conseguenza ho esperimentato tecniche diverse: dal carboncino all’olio su tela, prima di incontrare la lavorazione della creta; seguendo sempre un processo di astrazione, espresso in un linguaggio essenziale.

Tra le tante esperienze e continue ricerche, ad oggi prediligo la lavorazione della ceramica perché nella plasticità riesco ad essere meno ancorata al mondo e più incline a trascendere la materia.

Tra le molteplici tipologie ceramiche, da molto tempo pratico la magica tecnica raku, dove razionalità e casualità si intrecciano e il processo di cottura mi regala forti emozioni.

Per affinare le mie conoscenze ho frequentato alcuni corsi di ceramica raku con i Maestri: Garbarino, Cimatti, Tripaldi ed altri.

Sono nativa di Savona, lavoro ad Albisola, Cisano sul Neva e Savona.

Ho effettuato nell’iter del mio percorso artistico 15 personali e più di 370 collettive, con consensi e critiche positive, sono presente su 97 cataloghi d’arte e alcuni Musei.

Molte opere si trovano all’estero dall’Olanda al Guatemala, dalla Romania alla California, ma soprattutto in Italia.

Nel 1999 do vita a corsi di ceramica, ospitando nel mio studio in Val Neva molti allievi, lo spazio da me offerto è stato luogo di incontri espressivi, di dialoghi, di ricerca e di sperimentazione dove ciascuno ha ritrovato parte di sé per mettere l’arte al centro delle proprie esperienze.

Ciò premesso penso di aver dato un contributo artistico alla vallata, dal punto di vista della ceramica, poiché alcuni allievi hanno proseguito tale attività diventando bravi artisti.

Nel 1998 ho avuto l’invito del CONI per premiare la squadra vincente di “Loano’98” nella edizione del Campionato Nazionale di pallavolo juniores maschile: ho realizzato come trofeo una grande coppa rovesciata, in contemporanea a una personale al palazzetto dello sport di Loano.

Poco dopo presento “Toirano a colori” alla galleria “L’Incontro”. Negli anni seguenti “Riflessi 1” e “Riflessi 2” rispettivamente nel Chiostro Civico di Albenga e alla Galleria “Comunicarte” ad Albissola.

Seguono “Le terrecotte e i dipinti” nel Chiostro Civico di Albenga e altre due personali alla Galleria “Artsaloon” di Albissola e a Villa Cambiaso a Savona.

Nel 2003 la personale si svolge alla Galleria Noliarte con “Ceramica raku”. Poi a Savona alla Galleria “Non solo antico”.

Nel 2005 con la presenza di molti stranieri abitanti nel Borgo di Colletta di Castelbianco (SV) realizzo “Geometrie poetiche” quindi “Universi geometrici” nel 2006 al Circolo degli Artisti di Albissola.

Nella sala mostre della Provincia di Savona nel 2007 segue “Astrazioni geometriche”.

Altre personali ad “Arco Antico (SV), “ArtHotel” ad Andora (SV), “Percorsi geometrici” alla “Galleria” (SV).

Nel 2012 con “Incontri d’arte” mi presento a “Liguria TV” a cura della “Galleria Merighi.

Nel 2019 al Circolo degli Artisti-Pozzo Garitta, la personale “Venticinque” titolo dovuto a 25 anni di attività ceramica.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
website by Pascal McLee